NUMERI SUL CORONAVIRUS

Oltre 200 casi in Italia, di cui la maggior parte in Lombardia. Il virus Covid-19 continua a diffondersi sul territorio italiano dove il governo ha preso diverse precauzioni, tra cui quella di isolare le zone focolaio del contagio.

Il Chinese Journal of Epidemiology ha pubblicato lunedì 17 febbraio il più importante studio epidemiologico sul Coronavirus prendendo in esame i dati di 72.314 pazienti, di cui 44,672 casi confermati.

L'analisi ha riscontrato che il tasso di mortalità cresce al crescere dell'età: dallo 0,2% al 14,8% tra gli over 80. Ad oggi non ci sono state vittime sotto i 9 anni. Secondo il virologo Burioni questo fatto è dovuto alla capacità del sistema immunitario dei bambini di reagire in modo più veloce rispetto agli adulti.

Un altro fattore di rischio è la presenza di malattie croniche le quali espongono gli individui ad un rischio molto più alto data la debolezza del sistema immunitario.

Inoltre, sebbene uomini e donne siano esposti all'epidemia allo stesso modo, il tasso di mortalità maschile è nettamente più alto di quello femminile: 2,8% contro 1,7%. I fattori che generano questa differenza sono di diversa natura, uno di questi è il fumo. Infatti gli uomini cinesi sono forti fumatori  e dunque i ricercatori avrebbero dedotto che potrebbe esserci un legame tra il vizio e lo sviluppo della malattia.

 

  

 Fonte: WILLMEDIA

Si rimanda al sito di Regione Lombardia per avere maggiori informazioni in merito all'ordianza riguardante le limitazioni in tutta la Lombardia con relativi chiarimenti e il DPCM del Presidente del Consiglio (https://regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia-notizie/DettaglioNews/2020/02-febbraio/17-23/coronavirus-ordinanza-chiusura-luoghi-aggregazione) e le indicazioni e comportamenti da seguire (https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/salute-e-prevenzione/prevenzione-e-benessere/coronavirus-decalogo-ministero)

La buona informazione è fondamentale: sapersi orientare e scegliere le fonti di notizie e indicazioni corrette tanto sui social quanto sui mezzi di informazione è il primo passo per non lasciarsi contagiare da ansia e paura. Fondamentale è anche essere prudenti e non esitare nel contattare i professionisti per un parere!

Qualità e professionalità sono al tuo servizio!
Contattaci al numero 0331.420900 o all'indirizzo e-mail: info@previtalgroup.it