Defibrillatore

HomeDefibrillatore

DAE – Defibrillatore Semiautomatico Esterno

L’utilizzo del DAE, in caso di emergenza, consente di ridurre drasticamente i danni conseguenti ad un arresto cardiaco, fino al punto di evitare la morte della persona colpita da “infarto”. Ovviamente, l’utilizzo del Defibrillatore Semiautomatico Esterno (DAE) richiede competenze e addestramento, nonché altre accortezze per mantenere in efficienza l’apparecchio.

Vediamo assieme alcuni aspetti importanti da tenere in considerazione nella scelta di dotare la propria azienda di un defibrillatore (DAE).

ARRESTI CARDIACI, DECESSI E DEFIBRILLATORE: I NUMERI

Ogni anno in Italia le vittime di arresto cardiaco sono circa 60.000 e costituiscono il 10% della totalità dei decessi. L’arresto cardiaco può colpire chiunque, quasi sempre senza preavviso e talvolta anche persone senza una storia clinica di cardiopatia.

In più dell’80% dei casi la morte improvvisa è dovuta ad una aritmia ventricolare, tachicardia ventricolare (TV) o fibrillazione ventricolare (FV), che determina la perdita di funzione di pompa del cuore e l’arresto della circolazione sanguigna. Questa condizione è molto grave e porta rapidamente alla morte del paziente se non si interviene in modo tempestivo, supportando le funzioni vitali ed interrompendo le aritmie, attraverso la defibrillazione, ripristinando la circolazione in tempi brevissimi (pochi minuti).

La bibliografia concorda nel ritenere che, per ogni minuto trascorso dall’evento, in assenza di soccorso e di un intervento di defibrillazione, la percentuale di sopravvivenza si riduce del 7-10%. La letteratura scientifica internazionale ha ampiamente dimostrato che, in caso di arresto cardiaco improvviso, un intervento di primo soccorso-tempestivo e adeguato, associato ad una tempestiva defibrillazione, contribuisce in modo statisticamente significativo, a salvare fino al 50-70% in più delle persone colpite. In caso di arresto cardiaco è necessario un duplice intervento che comprenda sia il massaggio cardiaco esterno (o Rianimazione Cardiopolmonare, RCP) per supportare la circolazione sanguigna, sia l’utilizzo del defibrillatore automatico o semiautomatico esterno (DAE) per interrompere l’aritmia responsabile.

I Defibrillatori Semiautomatici Esterni (DAE) che possiamo fornirvi permettono al personale non sanitario, ma specificamente addestrato, di effettuare con sicurezza le procedure di defibrillazione, esonerandolo dal compito della diagnosi, che viene effettuata dall’apparecchiatura stessa.

DAE: defibrillatore semiautomatico

Il defibrillatore semiautomatico esterno (denominato DAE) è un dispositivo medico in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera sicura, dal momento che è dotato di sensori per riconoscere l’arresto cardiaco dovuto ad aritmie, fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare.

Il DAE “defibrillatore semiautomatico” è considerato più sicuro (ed è l’unico citato nella legislazione italiana), in quanto l’operatore che lo utilizza attiva volontariamente la procedura di scarica, potendo quindi accertare le condizioni di sicurezza “ambientali” prima dello “shock”.

 

CHI PUÒ UTILIZZARE UN DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO DAE?

La legge del 4 agosto 2021, n. 116 è una rivoluzione nel campo dei defibrillatori e afferma che nei casi di sospetto arresto cardiaco, e in assenza di personale sanitario o non sanitario formato, è consentito l’uso del defibrillatore semiautomatico o automatico anche a una persona non formata. La legge fa riferimento all’articolo 54 del codice penale, che sancisce la non punibilità delle azioni intraprese da chi agisce in stato di necessità nel tentativo di prestare soccorso e salvare una persona in grave pericolo, proprio come l’arresto cardiaco. Nel dettaglio, l’articolo 54 “si applica a colui che, non essendo in possesso dei predetti requisiti (personale che abbia ricevuto una formazione specifica), nel tentativo di prestare soccorso a una vittima di sospetto arresto cardiaco, utilizzo di un defibrillatore o procede alla rianimazione cardiopolmonare”, recita l’articolo 3 della legge del 2021.

Nel caso una persona non abbia sostenuto il corso BLSD, saranno gli operatori della centrale 112 a guidarla nell’effettuazione del massaggio cardiaco, e se presente nelle vicinanze, nell’uso del defibrillatore, in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Questo perché solo il mancato utilizzo nei primi minuti di un defibrillatore DAE può impedire ad una vittima di arresto cardiaco improvviso di salvarsi!

Nonostante tali indicazioni di legge, è bene effettuare apposito percorso di addestramento per conoscere le procedure corrette per non commettere errori in caso di utilizzo di un DAE (CORSO BLSD).

Defibrillatore

Chi deve possedere il defibrillatore (DAE)

Il Decreto del Ministero della Salute del 24 aprile 2013 obbliga, dal 30 giugno 2017, le società sportive professionali e dilettantistiche a disporre dei Defibrillatori semiautomatici DAE e dei relativi operatori addestrati negli impianti sportivi permanentemente o temporaneamente utilizzati.
Successivamente, la Legge 116 del 4/8/21, ha esteso l’obbligo di possedere un Defibrillatore (DAE) a tutte le amministrazioni pubbliche con più di 15 dipendenti

IL DEFIBRILLATORE IN AZIENDA E’ OBBLIGATORIO?

Ad oggi il defibrillatore in azienda non è un obbligo, ma vogliamo ricordare quanto afferma l’articolo 4 del Decreto Ministeriale numero 388 del 15 luglio 2003 relativo al Regolamento sul pronto soccorso aziendale: “il datore di lavoro, in collaborazione con il Medico Competente, ove previsto, sulla base dei rischi specifici presenti nell’azienda o unità produttiva, individua e rende disponibili le attrezzature minime di equipaggiamento ed i dispositivi di protezione individuale per gli addetti al primo intervento interno ed al pronto soccorso. Le attrezzature e i dispositivi devono essere appropriati rispetto ai rischi specifici connessi all’attività lavorativa dell’azienda e devono essere mantenuti in condizioni di efficienza e di pronto impiego e custoditi in luogo idoneo e facilmente accessibile”.

Stai valutando di acquistare un defibrillatore? Contattaci per avere ulteriori informazioni


    Consenso al trattamento dei dati per finalità di marketing come indicato nel relativo paragrafo dell'informativa privacy):
    AcconsentoNon acconsento